La mia routine

Ogni mattina seguo la stessa routine.

Mi sveglio alle 3:57 (27 minuti più tardi di Mark Wahlberg ma 3 minuti prima di The Rock).

Dopo essermi svegliato, mi alzo dal letto e porto immediatamente Pisellino, il mio cane, a correre per 10 chilometri.

Quando torno, passo 60 minuti a leggere per affinare il mio cervello e apprendere nuove idee…

Poi sono 30 minuti di Vinyasa yoga per distendere l’ansia….

Seguito da altri 30 minuti di meditazione per pulire la crosta dal mio “terzo occhio”… 20 minuti di danza estatica per entrare in contatto con il mio bambino interiore… 15 minuti di affermazioni cantilenate per ricordarmi quanto sono fantastico, e un altro….

FERMO!

Seriamente… smettila.

Questo NON è quello che faccio davvero.

Ascolta, non c’è niente di sbagliato in nessuna delle pratiche che ho appena citato. E faccio la maggior parte di queste cose (tranne la danza estatica, lo yoga e le affermazioni) su base giornaliera.

Ma NON le faccio la mattina. E se vuoi fare le tue prime cifre il più velocemente possibile, nemmeno tu dovresti.

Le prime ore del mattino sono le ore più importanti della tua giornata.

Per citare il ricercatore Daniel Pink, “Abbiamo la massima disciplina, intenzione e forza di volontà per prima cosa al mattino”.

E per creare una svolta nella tua vita e nel tuo lavoro, questa volta devi sfruttarne appieno il potenziale.

Per fare questo, voglio incoraggiarti a provare il mio “Morning Ultra Istinto”.

Dopo esserti svegliato, bevi un bicchiere d’acqua, passi 15 minuti a camminare fuori e poi…

Mettiti al lavoro sul tuo compito PIÙ importante per quel giorno e non fermarti finché non è completo.

Questo è tutto.

Se vuoi fare un’”ora di potere” o una pratica simile, va bene.

Ma aspetta che il tuo lavoro più importante sia portato a termine.

So che questo va contro tutto ciò che i “guru” ti hanno detto di fare. Ma ti sfido a provarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *